AGROPOLI NEL SEGNO DELLA CONTINUITA’


 

Agropoli. Tre risultati utili consecutivi, ora le vittorie dell’Agropoli salgono a quattro. Il ruolino di marcia dei delfini è di gran lunga migliorato e per di più non subisce gol da 3 partite. La difesa è diventata nuovamente ermetica, ma a salire agli onori della cronaca è il classe ’93 Capozzi, reduce da un campionato al Renato Curi, di proprietà del Pescara, ma che l’Agropoli vorrebbe riscattare. Un portierone capace di chiudere la porta agli attaccanti in maniera consistente, è stato così con il Noto domenica scorsa quando si è opposto da campione ai reiterati attacchi della formazione siciliana. Sicuramente uno dei giocatori più preziosi per l’Agropoli che ora si trova a 13 punti e ha mantenuto invariate le distanze da Cosenza e Messina, guadagnando anche due punti dalla capolista Gelbison. Nel primo tempo di domenica scorsa non è stato da incorniciare, ma la squadra ha mostrato segnali forti di ripresa nel corso del secondo tempo quando si è espressa con più parsimonia e convinzione dei propri mezzi. Il ritorno al gol di Carotenuto è sicuramente una delle note più positive, ma probabilmente le note liete vanno ricercate sull’ampia rosa di cui dispone Nastri. Basti pensare che ieri è partito titolare Landolfi, tenuto spesso e volentieri in naftalina, uno dei migliori giocatori della categoria è stato sostituito da Montano che giocherebbe titolare in qualsiasi contesto calcistico. Anche Margiotta costituisce un importante freccia a disposizione di mister Nastri. Sia la società che il pubblico non sembrano contenti del gioco della squadra, ma si tratta pur sempre di un periodo di convalescenza per l’Agropoli dopo le tre sconfitte consecutive. La squadra adesso sta venendo fuori pian piano alla ricerca costante di un equilibrio che sembrava perduto. Probabilmente l’equilibrio viene a mancare quando c’è di mezzo l’improponibile Agata saltano gli schemi, viene meno la serenità tecnico-tattica e la squadra finisce per non ottenere i risultati sperati. Ora sembra che la società si sia decisa forse a darli la lista nel mercato di dicembre anche se il condizionale è d’obbligo in queste circostanze visto che anche in estate si era generata una situazione simile, salvata soltanto dall’intervento di Carotenuto. Ora l’Agropoli avrà due partite in trasferta a Torre  Annunziata con il Savoia e a Ribera in Sicilia sul campo in terra battuta. Un crocevia fondamentale per orientare la bussola ed indirizzare l’Agropoli o verso la zona promozione o verso la zona play out.

 

One thought on “AGROPOLI NEL SEGNO DELLA CONTINUITA’

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...