IN ARRIVO NOVANTA MILIONI PER IL MARE SALERNITANO


Regione e Provincia hanno firmato l’intesa per l’utilizzo dei fondi Interventi nel capoluogo e nei comuni della Costa d’Amalfi e del Cilento

NAPOLI. Quasi novanta milioni (per l’esattezza 89.858.475 euro) per intervenire su depuratori e reti fognarie della provincia di Salerno, migliorando così la salute del mare. Ieri mattina il presidente della Regione, Stefano Caldoro, e quello della Provincia, Edmondo Cirielli, hanno firmato a Napoli il protocollo d’intesa l’attuazione del progetto di “risanamento ambientale dei corpi idrici superficiali della provincia di Salerno”. L’obiettivo è il risanamento ambientale delle acque dove arrivano adesso reflui non depurati o comunque non in linea con le normative nazioanli ed europee. Un traguardo che si conta di raggiungere con la rifunzionalizzazione degli impianti di depurazione e con il completamento della collettazione delle acque nere e dei sistemi fognari ancora mancanti. «Un intervento strategico per la provincia di Salerno, un buon utilizzo delle risorse europee – ha sottolineato Caldoro – La tutela dell’ambiente rappresenta una priorità per la Giunta regionale. Ha vinto il gioco di squadra che sta garantendo significativi risultati per il territorio salernitano». E Cirielli, per il quale la firma del protocollo è l’atto di addio alla presidenza della Provincia da cui decadrà domani per ricandidarsi al Parlamento, parla di «intervento di straordinaria importanza, che consentirà di affrontare criticità ignorate da anni».I lavori interesseranno i seguenti comuni salernitani: Ascea, Camerota, Centola, Pisciotta, Caselle in Pittari, Roccagloriosa, Santa Marina, San Giovanni a Piro, Torre Orsaia, Mercato San Severino, Scafati, Cava de’ Tirreni, Cetara, Conca dei Marini, Furore, Praiano, Maiori, Minori, Ravello, Scala, Atrani, Tramonti, Pontecagnano Faiano, Salerno, Baronissi, Pellezzano, Montecorvino Rovella, Bellizzi, Montecorvino Pugliano, Battipaglia, Contursi Terme, Atena Lucana, Aquara, Agropoli, Giungano, Laurino, Montesano sulla Marcellana, Perdifumo, Polla, Teggiano, Auletta, Monteforte Cilento. Le economie derivanti dall’attuazione del protocollo (che rientra nel capitolo dei “grandi progetti”) saranno riprogrammate per la costruzione del depuratore di Amalfi e per il progetto di realizzazione dei collettori fognari a servizio del comune di Battipaglia, per un importo complessivo di 11.567.531,00 euro.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...