AGROPOLI TERZO RISULTATO UTILE CONSECUTIVO,CAROTENUTO E CALAMBUIG REGOLANO IL NOTO


 Un gol per tempo e l’Agropoli con il più classico dei risultati liquida la pratica Noto e si mantiene attaccata al treno delle prime in classifica. Vista così la gara sembra in discesa ed invece no, i delfini hanno dovuto sudare le sette camicie per avere ragione dei siciliani. Soprattutto nel primo tempo l’Agropoli non ha dimostrato totalmente il suo valore, cosa che poi ha fatto nella ripresa. Sgombriamo il campo dagli equivoci, la vittoria è meritata perché cercata a tutti i costi e favorita dalla tranquillità con la quale la squadra è scesa in campo. Questo accade quando non c’è Agata, in questo caso fuori per squalifica. Infatti quando nell’Agropoli è disponibile Agata i delfini non si ritrovano, sono agitati e nervosi. Voci all’interno della società sostengono che a dicembre ci sarà l’epurazione, il calciatore potrebbe esser ceduto, bisognerà vedere questa volta chi lo salverà perché già in più di una circostaza  la società e Cerruti lo hanno messo nella lista di sfratto.

Ce la farà a salvarsi anche questa volta?

Intanto che Nastri fosse in bilico ha trovato conferma nella presenza di molti allenatori interessati in tribuna, tra cui l’ex tecnico del 92 – 93 Franco Delli Santi. Il tecnico resta in forse, ai più è parsa non all’altezza la prestazione di ieri anche se bisogna dire che la squadra ha fatto il proprio dovere, rischiando poco e palesando un pragmatismo tale da ottenere il massimo con il minimo sforzo. Ad aprire le marcature proprio Carotenuto(nella foto in alto), lesto a mettere in rete sugli sviluppi di un fallo laterale.L’ Agropoli dal canto suo ha contenuto bene le sfuriate dei siciliani, ha sfiancato la formazione ospite e nella ripresa ha sciorinato una buona prestazione e così è arrivato il 2-0 sugli sviluppi di una punizione battuta da Montano con il tap-in vincente di Calabuig che oltre a giocar bene ora si è messo anche a segnare. Ora la formazione agropolese avrà due partire in trasferta contro Savoia e Ribera, due gare difficili che diranno quali saranno le reali aspettative della squadra: un crocevia spietato, se l’Agropoli dovesse venirne fuori con due ottimi risultati allora potrebbe rimanere agganciata fino alla fine ai vertici, altrimenti dovrà ridimensionare i suoi programmi, rivedere il budget e puntare ad una salvezza tranquilla e riproporsi anche l’anno prossimo per il vertice. In ogni caso, nell’immediato  per dare tranquillità al gruppo e all’ambiente bisognerà accantonare Agata con il quale, numeri alla mano, l’Agropoli sarebbe in zona retrocessione.

Sergio Vessicchio

LE PAGELLE DI FRANCESCO CARRATO

CAPOZZI 6.5,ALTOBELLO 6(CAPITANI 6.5),PARISI 6.5,CALAMBUIG 7,LOMBARDI 6.5,SEKKOUM 6,TOSCANO 6.5,D’ATTILIO 5.5,LANDOLFI 5,5(7MONTANO 6),CAROTENUTO 7,MALLARDO 5(BENCARDINO 6)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...