AGROPOLI ESPROPRIATI I SUOLI PER IL MERCATO SETTIMANALE


È divenuto esecutivo l’esproprio dei terreni su cui nascerà la nuova area destinata al mercato settimanale, ad Agropoli. Il responsabile del settore lavori pubblici del Comune, Giuseppe Bilotti, infatti, nei giorni scorsi ha comunicato ai cinque proprietari dei terreni – siti in località Madonna del Carmine, nei pressi dell’uscita Agropoli Sud della Variante alla Statale 18 – che dal 27 settembre 2012 «è diventata efficace la delibera di giunta comunale relativa all’approvazione del progetto definitivo-esecutivo per il lavori di costruzione dell’area mercatale». Di conseguenza «si procederà all’esproprio dei terreni».
La comunicazione ai proprietari fa seguito alla dichiarazione di pubblica utilità dell’intervento. Il progetto preliminare dei lavori fu approvato dal consiglio comunale il 21 aprile di due annin fa. Il costo stimato per la realizzazione dell’intervento è di 760mila euro circa e l’opera è stata inserita nel programma triennale 2010-2012 dei lavori pubblici. In contemporanea fu dato atto che l’approvazione includeva l’adozione di una variante allo strumento urbanistico vigente proprio per poter allestire nell’area uno spazio destinato a mercato. Il 18 giugno dello stesso anno, l’Asl Salerno espresse parere igienico-sanitario favorevole: un passaggio indispensabile dato il tipo di opera da realizzare. In seguito, parere positivo all’opera è stato espresso anche dall’Autorità di bacino Sinistra Sele, dal settore Provinciale del Genio civile di Salerno e dall’Autorità di bacino regionale Campania Sud.
Il 7 febbraio dello scorso anno il consiglio comunale agropolese votò alcune modifiche progettuali operate rispetto al preliminare con un importo dei lavori lievitato di circa 500mila euro rispetto alla delibera precedente. Con decreto del presidente della Provincia di Salerno, il 22 febbraio 2011, fu approvata, inoltre, la variante al Piano di fabbricazione. I lavori, che costeranno quindi un milione e trecentomila euro, saranno finanziati attraverso un prestito acceso presso la Cassa depositi e prestiti. Ai proprietari dei terreni espropriati toccherà un’indennità pari a 90mila euro.
Andrea Passaro

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...