CAPACCIO DOPO L’ARRESTO DELLA SANTORO LA PROCURA VA AVANTI


CAPACCIO. Si allarga l’inchiesta, diretta dal sostituto procuratore Maurizio Cardea, sulle presunte mazzette intascate dai comandanti della stazione della Forestale di Foce Sele, Marta Santoro, e di Capaccio Capoluogo, Antonio Petillo, accusati di concussione e tentata concussione ai danni di imprenditori locali, cui sequestravano case, terreni, gazebi, sale per cerimonie e parcheggi privati, garantendo in cambio l’omissione di controlli. Nella giornata di oggi, i due coniugi, che hanno trascorso la seconda notte in cella a Fuorni, compariranno davanti al gip per l’udienza di convalida del decreto di fermo, emesso dal pm Cardea della Procura della Repubblica di Salerno. Dalle ultime indiscrezioni emerse, sarebbero almeno altre cinque le persone iscritte nel registro degl’indagati dalla procura salernitana. Tra queste, figurerebbero anche ex amministratori del Comune di Capaccio, che ora tremano. Sui nomi vige lo stretto riserbo degli inquirenti, che non lasciano trapelare nulla sulle indagini, tutt’ora in corso, che potrebbero registrare ulteriori sviluppi già nelle prossime ore. Almeno quattro, però, sono le denunce presentate alla Procura di Salerno da altrettanti imprenditori vessati, operanti in diversi settori e destinatari di diversi provvedimenti di sequestro effettuati dai due sottufficiali, in particolare dalla Santoro. Ipotesi di concussione che sarebbero avvalorate, inoltre, da elementi probatori consistenti in alcune intercettazioni ambientali e telefoniche. In una conversazione al cellulare, in particolare, si sarebbe parlato di una somma di denaro di 2mila euro, presumibilmente da ritirare presso uno degli imprenditori denunciatari, titolare di un’attività commerciale di Agropoli. E sarebbe proprio questo l’episodio che vedrebbe coinvolto il marito della Santoro, alla quale sono stati contestati altri tre casi di presunta concussione, e fatto scattare immediatamente le manette. 

I carabinieri hanno perquisito anche le sedi dei due comandi stazione capaccesi del Corpo Forestale dello Stato, sequestrando computer e numerosi documenti ritenuti utili alle indagini. Effettuate anche altre perquisizioni domiciliari, che hanno portato al sequestro di somme di denaro contante ed ulteriori supporti informatici. I due coniugi, difesi dagli avvocati Antonello Natale e Domenico Guazzo, avranno modo di difendersi e spiegare le loro ragioni durante la fase degli interrogatori di garanzia, che si terranno nelle prossime ore. Intanto, i due avvocati stanno preparando le strategie difensive. Spetterà al gip decidere le misure detentive per la Santoro ed il marito Petillo, per i quali potrebbero scattare i domiciliari o aprirsi le porte del carcere. Intanto, altri imprenditori stanno prendendo coraggio nel denunciare quello che si starebbe configurando come un vero e proprio sistema di mazzette mirate: ieri pomeriggio, infatti, un altro proprietario di un’attività ricettiva avrebbe bussato alla porta del pm Cardea per denunciare le richieste di tangenti subite. Fonte stiletv

Annunci

One thought on “CAPACCIO DOPO L’ARRESTO DELLA SANTORO LA PROCURA VA AVANTI

  1. Roba da matti! Quello che succede è straordinario, perché il significato di tutto questo vuole dire una sola cosa: C’è chi vive nella illegalità, costruisce abusivamente, poi improvvisamente denuncia chi riceve un obolo. E’ come dire, ho costruito una casa illegalmente, pur non avendo i diritti, con la speranza di salvare capre e cavoli denuncio chi mi contesta la costruzione. Bene, lei è in galera, ma al corruttore, che pena infliggiamo? La legge rimpicciolisce e annulla chi conduce una vita con piene responsabilità, ma premia come dice il detto chi stra-fà. Anche voi giornalisti, signor Vessicchio, si è mai chiesto se inveiamo contro i corrotti, che ne facciamo dei corruttori? Grazie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...