VALLO DELLA LUCANIA CASO MASTROGIOVANNI LE RICHIESTE DEL PM MARTUSCIELLO


VALLO DELLA LUCANIA. Omicidio colposo e falso in cartella clinica. Per questi reati il pm del Tribunale di Vallo della Lucania, Renato Martuscelli, nella sua requisitoria, ha chiesto condanne per gli imputati del processo Mastrogiovanni, che vede alla sbarra sei medici e dodici infermieri del reparto di psichiatria dell’ospedale “San Luca” di Vallo, dove il maestro elementare cilentano Francesco Mastrogiovanni (nella foto) trovò la morte nella notte tra il 3 e il 4 agosto del 2009, dopo 83 ore trascorse in regime di contenzione legato mani e piedi ad un lettino. Entrando nel merito, il pm Martuscelli ha chiesto la condanna con le attenuanti, ravvisando il reato di falso in cartella clinica, avendo omesso di riportare, secondo il pm, lo stato di contenzione del paziente, ad 1 anno e 4 mesi per il primario del reparto all’epoca attivo Michele Di Genio e di 1 anno e 2 mesi per i medici Rocco Barone, Americo Mazza, Michele Della Pepa ed Anna Angela Ruperto. Per l’accusa di omicidio colposo, il pm Martuscelli ha chiesto condanne più dure, con i 3 anni di reclusione per il primario Di Genio, due anni e sette mesi per Anna Angela Ruperto, di 2 anni e 6 mesi per i medici  Americo Mazza e Rocco Barone e di 2 anni di reclusione per sette infermieri: Antonio De Vita, Antonio Tardio, Alfredo Gaudio, Antonio Luongo, Nicola Oricchio e Raffaele Russo. Per i sette infermieri invece è stata richiesta la condanna a due anni di reclusione. Nella sua requisitoria, il pm Martuscelli ha chiesto l’assoluzione per non aver commesso il fatto per Maria Cirillo D’Agostino, Massimo Minghetti, Juan Josè Casaburi, Maria Carmela Cortazzo, Giuseppe Forino e Marco Scarano. L’assoluzione, per tutti gli imputati, è stata chiesta dal pm Martuscelli, anche per l’altro reato, quello di sequestro di persona. Le richieste di condanna, secondo i primi commenti, non lascerebbero soddisfatti i familiari di Franco Mastrogiovanni e gli aderenti al “Comitato Verità e Giustizia per Franco Mastrogiovanni”. Intanto, il processo andrà avanti con le arringhe dei difensori legali degli imputati. Per il 30 ottobre, attesa la lettura della sentenza da parte del presidente del Tribunale di Vallo della Lucania, Elisabetta Garzo.

Marco Rizzo http://www.stiletv.it

Advertisements

One thought on “VALLO DELLA LUCANIA CASO MASTROGIOVANNI LE RICHIESTE DEL PM MARTUSCIELLO

  1. La Giustizia nel Cilento ha nascosto la testa tra le gambe e il popolo urla, ancor più indignato. E’ stata già mortificata la dignità della nostra cultura che affonda le radici in quella greca, prezioza e profonda . Livori e risentimenti locali hanno prevalso sul valore più alto ed incondizionato della dignità umana.Sono stati cancellati duemila anni di storia e calpestata la civiltà della scuola eleatica IL MAESTRO Franco Mastrogiovanni è stato torturato la seconda volta e nessuno pagherà per questo.Secondo una certa teoria,Franco sarebbe morto perchè si è dimenato troppo legato alle sbarre del letto;Se fosse stato più tranquillo,oggi nessuno avrebbe parlato di lui .Abbiamo bisogno di un’altra GIUSTIZIA per la crescita civile del Cilento.Le istituzioni così espresse e dirette è bene sopprimerle,almeno non arrecano sofferenze alle oneste e libere coscienze. Onore e gloria a Franco Mastrogiovanni. Gerardo Spira

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...