MALLARDO E CAROTENUTO REINTEGRATI SQUADRA NEL CAOS,LA SOCIETA’ E’ ALLA RICERCA DI UNA PUNTA AGATA HA SUGGERITO MAZZEO IL QUALE HA RIFIUTATO


L’Agropoli è nel caos totale. Una settimana iniziata nel peggiore dei modi per la società cilentana, ancora scossa per le tre sconfitte consecutive incassate. Quando tutti gli indizi sembravano protendere verso l’esonero di Nastri, a sorpresa è arrivata la riconferma del tecnico. Il colpo di scena, però, ha riguardato due calciatori, Mallardo e Carotenuto che lunedì sera sono stati convocati in sede dove gli è stato comunicato l’allontanamento dalla squadra.La notizia ha fatto in pochi minuti il giro della città ed i tifosi, che a più riprese avevano chiesto la testa dell’allenatore, vedendosi privati dei due gioielli, hanno duramente contestato la decisione sollecitando la proprietà a tornare sui propri passi. Il patron Cerruti, così, ha spiegato per il momento i due atleti sono stati sospesi, ma non allontanati. Alla ripresa degli allenamenti, però, i due calciatori non si sono visti al ‘Guariglia’ dove, invece, c’erano i tifosi che hanno fatto irruzione negli spogliatoi, chiedendo ed ottenendo un colloquio con l’intera squadra. Cosa si siano detti, però, è rimasto top secret, soltanto da spifferi si è potuto capire che la tifoseria abbia chiesto alla squadra impegno e pronto riscatto. L’allenamento è iniziato con notevolissimo ritardo, senza nessuna ulteriore contestazione. Della società era presenti i soli Magna e Nunziata. In ogni caso, però, resta il fatto che l’Agropoli, rispetto al mercato estivo si è privato di quattro gioielli come Itri – ceduto in prestito al Potenza – Manfredini, Carotenuto e Mallardo. E’ naturale che questa situazione può essere propedeutica a radicali trasformazioni. La vera sorpresa, però, è dettata dal fatto che Agata, giocatore che non doveva essere nemmeno riconfermato alla vigilia per volere del presidente, non venga mai messo in discussione dalla proprietà. Eppure sembra essere esser colui che ha generato la situazione di caso. E’ evidente che Agata sia protetto ad oltranza da un segmento in società e che probabilmente il suo modo d’agire sia indicato proprio dai suoi sostenitori. Di questo passo la strada per la retrocessione è tracciata al di la di quello che sarà il risultato di domenica. La riconferma di Nastri ha una molteplice motivazione quale può essere il fatto che la società non voglia ammettere lo sbaglio ammesso che le colpe siano del tecnico. L’analogia con Tudisco che dopo Palma Campania subì l’ennesimo esonero e poi fu trattenuto perché Magna ne diventa il tutor cosa probabile anche con Nastri. Un’altra ipotesi è legata ad una vicenda economica. Tante motivazioni che hanno portato alla riconferma del tecnico il quale però ha sempre con coscienza lavorato al meglio delle sue possibilità. Adesso bisogna tutelare il golden boy D’Attilio, ritenuto da tutti fuori condizione. Il giocatore, però, è sicuramente tra i più preparati, allenati e tra i più bravi under della categoria. La società lo protegga e lo isoli da questa macchina del fango.

Sergio Vessicchio

MERCATO

LA SOCIETA’ DELL’AGROPOLI HA PROVVEDUTO A FARE CHIAMARE UN GIOCATORE INDICATO DA AGATA UNA PUNTA EX ISCHIA  MAZZEO IL QUALE HA FATTO UNA RICHIESTA RITENUTA MOLTO ESOSA DALLA DIRIGENZA E ORA AD AGATA GLI FANNO FARE ANCHE IL MERCATO

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...