AGROPOLI DOPO I FATTI DI DOMENICA MATTINA I COMMERICANTI ALZANO LA VOCE: ” NON C’E’ SICUREZZA,LA PIAZZA E’ABBANDONATA”


AGROPOLI. «Se il livello di sicurezza non sarà migliorato, non ci resterà che chiudere le saracinesche e andare altrove». Così i commercianti di piazza Vittorio Veneto hanno commentato l’atto vandalico che si è consumato all’alba di domenica scorsa. Roberto Apicella, figlio della proprietaria dell’erboristeria di Agropoli che per prima è stata bersaglio del vandalo, ha commentato: «La situazione sta degenerando per mancanza di vigilanza e controllo. Ho visionato le registrazioni delle telecamere di videosorveglianza: si nota il ragazzo che, aizzato da due complici, incurante dei passanti, scaglia un cestino in ferro contro le vetrine del mio negozio. Quindi con una lampada prelevata in una vetrina, sfonda le porte del negozio indiano, dell’edicola e la vetrata dell’immobiliare».

Il giovane ha poi cercato di sfondare, senza esito, la porta dell’ufficio protocollo del Comune, quindi, ritornato sul corso principale, ha continuato ad accanirsi contro le vetrine dei negozi con una stampella. «La situazione – conclude Apicella – è divenuta insostenibile, Agropoli dopo la mezzanotte diventa terra di nessuno. Nel frattempo stiamo pensando di servirci di un servizio di vigilanza privata».Ad Apicella fa eco il proprietario dell’edicola, Gerardo: «Dopo la rapina alla gioielleria “Rizzo” dello scorso dicembre, avvenuta mentre le persone passeggiavano, è giunta l’ora che ad Agropoli si innalzi il livello di sicurezza. Una città turistica non può permettersi un tale biglietto da visita. Qualcuno dice che Agropoli somiglia sempre più a quelle zone in cui gli eventi criminosi sono all’ordine del giorno, io non voglio crederlo ma se andiamo avanti così il passo è breve».Il sindaco Franco Alfieri ha condannato fortemente l’accaduto: «Si è trattato del frutto di un momento di follia di un singolo. Ovviamente resta sempre alta l’attenzione per garantire il vivere civile nella nostra città».

Andrea Passaro

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...