L’AGROPOLI CADE ANCHE A RAGUSA E’ IL MOMENTO PEGGIORE DELLA PRESIDENZA CERRUTI VA SUBITO RICHIAMATO MANFREDINI


Una sconfitta che non lascia scampo a nessuna attenuante. L’Agropoli crolla nel secondo tempo (3 a 0 il risultato finale) sotto i colpi del Ragusa, raccogliendo così la terza sconfitta consecutiva. Dopo un primo tempo giocato alla pari, in cui il gioco è stagnato soprattutto a centrocampo, nella ripresa il Ragusa cerca di farsi più pericoloso grazie a Bonarrigo che cambia la marcia del suo match e comincia a sventagliare palloni su palloni per gli avanti siciliani. E´ però Daniele Arena a portare gli azzurri in vantaggio con un eurogol: l´esterno parte dalla sua tre quarti, dribbla in velocità un paio di avversari e dal limite lascia partire un diagonale micidiale. L´Agropoli accusa il colpo ed arriva il secondo gol di Panatteri su assist di Bonnarigo su punizione. La partita finisce praticamente lì, ma Foderaro arrotonda con una rete che chiude una bella azione in linea. Un risultato che non trova giustificazioni: dopo una settimana burrascosa, alimentata dalle polemiche di Agata -che fra l’altro si è infortunato dopo pochi minuti lasciando il posto a Landolfi – la squadra ha dimostrato di patire una mancanza importante come quella di Manfredini, un calciatore che alla distanza avrebbe sicuramente giovato alla squadra cilentana. Cola a picco la squadra di patron Cerruti, e con lei naufragano gli schemi di Salvatore Nastri, che a questo punto sembra essere ancor di più sulla graticola. Sin dalle prime battute del match si è capito che l Agropoli avrebbe perso la partita, la squadra è apparsa fiacca, priva di ogni iniziativa per affrontare una squadra decisamente più preparata e forte come il Ragusa. L Agropoli paga le polemiche di Agata successe durante la settimana, ma soprattutto le liti all interno di uno spogliatoio che sembra ogni giorno di più una polveriera. La società è chiamata a rispondere sui problemi di una squadra che, partita con ben altre ambizioni, si vede sempre più lontana dalle zone buone della classifica.Nessuno sa quale sia il futuro di Nastri, il quale, dal canto suo ritiene di essere con la coscienza apposto e di aver fatto tutto secondo quello che gli era stato chiesto. Ma l Agropoli non ha posto resistenza ai siciliani e tutti i buoni propositi della vigilia sono venuti mento. La squadra ha giocato male, e tornata a casa indebolita e ridimensionata ancora di più, I calciatori appaiono scoraggiati e privi di mordente. Una squadra che sembra essere svuotata e sulla quale Nastri o chi per esso dovranno lavorare molto. Probabilmente questo il momento più basso della presidenza Cerruti. Ma il presidente non si scoraggia, punta i piedi e rilancia, difendendo il tecnico e il valore della squadra. Una pagina da dimenticare il più velocemente possibile, la squadra deve ritrovare al più presto la consapevolezza della propria forza.

Sergio Vessicchio

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...