RAGUSA-AGROPOLI VIGILIA ROVENTE PARLA NASTRI: “HO AVUTO UNO SCONTRO DURISSIMO CON AGATA, MI DISPIACE PER MANFREDINI MA SI E’ TIRATO FUORI LUI,SO DI ESSERE IN DISCUSSIONE MA LA SOCIETA’ MI HA RIBADITO LA FIDUCIA INCONDIZIONATA, VOGLIO UNA PUNTA,LANDOLFI GRANDE GIOCATORE E GRANDISSIMO UOMO”.


Vigilia pesante di Ragusa Agropoli.Ieri pomeriggio dopo l’allenamento pomeridiano il tecnico Nastri ha parlato con la stampa e come sempre è stato chiarissimo rivelando cose anche particolari. Incalzato subito sul caso Manfredini ha detto: ” Mi dispiace tantissimo che Cristian se ne sia andato. E’ un ragazzo d’oro molto professionale e straordinario sul lato umano,si è tirato fuori perchè ha visto che non ha reso molto e che non stava dando molto spero che la società riesca a trattenerlo,so che sta parlando con i dirigenti,è importante per noi”. Quando gli chiediamo se la decisione di Manfredini sia scaturita dopo una lite con Agata lui d’impeto ha risposto: “Assolutamente non c’è stata nessuna lite tra Agata e Mnafredini,io ho avuto uno scontro durissimo con Agata sul piano tecnico che però subito si è chiarito, ripeto lo scontro con Agata lo avuto io”. In effetti Nastri evoca a se il tutto anche se le voci di dentro affermano che invece Agata si sarebbe scagliato ferocemente contro il tecnico davanti a tutta la squadra per i motivi che riportiamo nell’articolo precedente. Poi Nastri parla della partita di domani: ” Gara difficilissima,loro sono una buona squadra con giocatori importanti e sono anche in un buon momento. La mia squadra mi ha soddisfatto domenica scorsa ma mi era piaciuta molto anche a Messina,per il risultato sono amareggiato, lo siamo tutti ma ho visto dei miglioramenti e da questo dobbiamo ripartire, ho chiesto alla società una punta e un esterno sinistro,il solo Lombardi in quel ruolo non basta e proprio per lo stato fisico di Lombardi ci siamo trovati con il Messina e con il Cosenza in difficoltà. Giocheremo con il 4-3-3 ma ora con l’assenza di Manfredini sarà possibile anche rinforzare la difesa mettendoci a tre e magari utilizzando Landolfi. A proposito di Landolfi è un grande professionista, è a disposizione della squadra totalmente ed è fortissimo, uno dei giocatori più bravi che io abbia mai avuto sia come giocatore che come uomo. ”   Quando gli facciamo notare che ci sarebbe Vicedomini lui afferma: ” Vicedomini è un giocatore valido in prospettiva ancora non mi sembra pronto”.Invece sulla costante esclusione di Pagano Nastri incalza: ” Pagano ha avuto tre possibilità Vallo,Cava e in casa con il Licata  il ragazzo non ha giocato bene però è un giocatore importante sul quale io punto molto come ci punta anche la società, è un gran bel calciatore  e ci darà molto durante la stagione in questo momento non lo vedo sereno e se lo impiego faccio del male a lui e alla squadra”. Nastri da persona intellettualmente onesto non dribla nessuna domanda e quando gli diciamo che è un allenatore sulla graticola lui ribadisce: ” So bene che chi fa il mio lavoro va incontro a queste situazioni, io mi sento con la coscienza a posto, la società mi ha ribadito la fiducia e mi sta mettendo in condizione di lavorare al meglio,ripeto ho parlato con la società e sono tranquillo.”. la chiosa finale dell’allenatore gentleman di Eboli riguarda proprio la società  ” Ad Agropoli si fa calcio in maniera genuina, mi piace moltissimo lavorare qua, sono gente seria e ricca di valori, ad Eboli ho perso trentamila euro, mi hanno mandato via dopo la prima giornata, a Pomigliano c’era un direttore sportivo che s’intrometteva e io non gli l’ho consentito, coste cose qua non le fanno, a Sant’Antonio Abate è una baraonda e l’ambiente è quello che è, ripeto Agropoli è un’isola felice, una società straordinaria, un pubblico eccezionale,speriamo di poter dare risposte concrete a questo straordinario posto”. Intanto però impazza il toto allenatore,davanti a tutti ci sarebbe Provenza in chiave Campobasso,poi Ciaramella,Agovino, Mandragora,ora spunta anche il nome di Delli Santi.Insomma una ridda di nomi per prendere il posto di Nastri anche se il vice presidente Verrone assicura: ” Nastri è il nostro allenatore e non si tocca,risponde a tutte le caratteristiche della nostra società sia come tecnico che come uomo,andremo avanti con lui fino alla fine”.

Sergio Vessicchio

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...