OMICIDIO LIGNANO SVOLTA NELLE INDAGINE FERMATA CUBANA NEL SALERNITANO


Sarebbe a una svolta l’omicidio dei coniugi Paolo Burgato e Rosetta Sostero, uccisi il 19 agosto nel garage-lavanderia della loro villa, a Lignano Sabbiadoro in provincia di Udine. Nella notte è stata fermata nel salernitano una donna di origine sudamericana che, secondo le indiscrezioni riferite da Sky Tg 24, potrebbe essere uno degli esecutori materiali dell’omicidio. “Una fondamentale svolta nelle indagini sull’omicidio dei coniugi Burgato reso possibile dal lavoro riservato, discreto e continuo delle forze d’intelligence del nostro territorio che hanno saputo dimostrare così l’elevato standard di competenza di tutti gli uomini e donne impegnati nella risoluzione del terribile massacro a Lignano”: così il presidente della Provincia di Udine, Pietro Fontanini, plaude ai risultati conseguiti dalle forze dell’ordine.

Gli agenti coordinati dal capitano Fabio Pasquariello, comandante del nucleo investigativo di Udine, hanno fermato in Campania una 21enne di origine cubana per il duplice omicidio commesso a Lignano Sabbiadoro il 19 agosto scorso, mentre il fratello di 24 anni della ragazza è ricercato. A perdere la vita sono stati i coniugi Rosetta Sostero, 65 anni, e il marito Paolo Burgato, 67 anni, uccisi nella propria abitazione.
“Un lavoro di squadra e di silenzio strategico che ha saputo dare i suoi frutti, permettendo di concretizzare l’attesa svolta”, aggiunge Fontanini che, nell’aver appreso della ‘mano sudamericana’ resasi responsabile del massacro, solleva un problema sociale e di ordine pubblico, quello delle comunità straniere a Lignano. Secondo Fontanini “è indispensabile anche una schedatura di tutti gli immigrati in modo da garantire la sicurezza per i nostri cittadini che adesso non devono vivere nell’incubo di nuove incursioni criminali”.
Secondo le indiscrezioni, non confermate, riferite da Sky, la donna fermata, poco più che ventenne, avrebbe lavorato alcuni anni fa in uno dei negozi di famiglia dei coniugi. I carabinieri di Lignano Sabbiadoro hanno sentito in caserma altre cinque persone e anche in questo caso si tratterebbe di sudamericani.Sono stati i carabinieri a mettere le manette ai polsi della donna 21enne, di nazionalità sudamericana, da dodici anni in Italia. Il fratello 24enne è latitante e probabilmente è già fuori dall’Italia.Il fratello è ricercato.

Sarebbero stati loro due a tagliare la gola ai coniugi Rosetta Sostero e Paolo Burgato, trovati già morti lo scorso 19 agosto nella loro abitazione. La ragazza arrestata era in Campania e stava tentando di scappare.

Lavorava come commessa in un negozio, non lontano da quello delle due vittime. Queste ultime sono state uccise dopo aver subito torture e sevizie nel garage-lavanderia della loro villa. A quanto pare, i due sudamericani avrebbero tentato una rapina e, una volta che l’uomo ha riconosciuto uno dei due assalitori, sarebbe stato freddato insieme alla moglie.

Ma chi sono esattamente i due carnefici? Due fratellastri di origine cubana. La mamma è residente a Latisana. La 21enne è stata incastrata grazie all’esame del dna e, così si dice, grazie ad alcune intercettazioni. Prima di arrivare alla svolta, le indagini erano state ad ampio raggio, a Lignano e nella zona circostante. Singolare anche il prelevamento di dna dai 50 artisti del circo “Bellucci più Mario Orfei”, che era a Lignano nella notte tra il 18 e il 19 agosto.

Era stato interrogato pure il fratello di Rosetta Sostero, Rino, che aveva appena subito un crac da 56 milioni di euro delle sue società di costruzioni.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...