CAPACCIO RAPINA CON RISSA A SANTA VENERE DUE IN OSPEDALE


Una rapina a santa venere a Capaccio finisce in rissa. Quattro delinquenti del nord europa entrano in un appartamento con l’intento di rubare  ma trovano dentro i familiari nasce una colluttazione e hanno la peggio due proprietari dell’appartamento.  I quali tentano di sventare un furto in casa del nipote e vengono presi a badilate dai ladri. L’episodio è avvenuto intorno alle ore 19:30 di questa sera, in contrada Santa Venere di Capaccio. I malviventi hanno dapprima ripulito una villetta lungo Via Giano, di proprietà della famiglia Cascone, portando via circa 800 euro in contanti e due libretti di risparmio approfittando dell’assenza dei proprietari. Sfruttando la completa oscurità in cui versa la strada, vista l’assenza totale d’illuminazione pubblica, i ladri hanno preso così di mira l’abitazione successiva, distante appena 100 metri. Introdottisi all’interno dopo aver sfondato una finestra sita sul retro dell’adiacente orto, hanno iniziato a rovistare all’interno della camera da letto (rubati alcuni oggetti in oro) dei proprietari, ovvero la famiglia di Pietro Corrente, in quel momento fuori casa per far visita alla moglie in clinica, che da poco ha dato alla luce un bambino. Di fronte all’abitazione  però, vi abitano alcuni parenti, tra cui gli zii Franco e Antonio Corrente, rispettivamente di 58 e 60 anni, i quali, notando luci accese nell’abitazione del nipote, si sono recati sul posto per dare un’occhiata quando, dal cortile, sono spuntanti i malviventi, i quali, vistisi scoperti, hanno utilizzato un badile preleva dall’orto per percuotere i due uomini, per poi darsi alla fuga a bordo di un’Audi A4 station wagon di colore blu e con i vetri oscurati, senza targa sul retro. Nel fuggire, hanno urtato la rete di recinzione che costeggia Via Giano, sterrata, per poi fuggire ad alta velocità rischiando finanche d’investire una bambina che stava giocando lungo il viale adiacente. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della stazione di Capaccio Scalo, diretti dal m.llo Rosario Cavallo, la rianimativa dell 118 Humanitas di Santa Venere e l’ambulanza del Saut di Piazza Santini, che ha trasportato i due anziani malmenati all’ospedale civile di Agropoli, dove i medici hanno riscontrato ferite al volto ed alla testa guaribili in alcuni giorni. Secondo le prime ricostruzioni dell’accaduto, ad agire sarebbero stati quattro ladri, tutti a volto scoperto e dall’accento dell’Est Europa. Sull’episodio indagano i militari dell’Arma della compagnia di Agropoli, coordinati dal cap. Raffaele Annicchiarico.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...