AGROPOLI SALERNITANA 1 – 1 FINALE


image

Termina con il primo pareggio la quinta amichevole stagionale per la Salernitana di mister Galderisi che per la seconda volta – dopo il Casacastalda – affronta una formazione neopromossa in Serie D. Buone indicazioni nel primo tempo ma qualche evidente passo indietro nell’ultima occasione per testare l’undici base, ad una settimana dall’esordio in Coppa Italia contro il Melfi. L’Agropoli è società tradizionalmente amica dei granata che oggi completa con 90 minuti di lusso la giornata di presentazione della squadra e di festa per il ritorno in D. Il tecnico granata adotta ancora il 4-2-3-1 e lascia in panchina i nuovi acquisti Rossi e Guazzo. Davanti a Iannarilli, non c’è Tuia ma la coppia Luciani-Silvestri con Chirieletti a destra ed Adeleke a sinistra che vince il ballottaggio con Rossi. Montervino e Perpetuini formano di nuovo la diga in mediana con il tridente fantasia – Gustavo, Ginestra, Mounard dietro all’unica punta Topouzis. In panchina ci sono tutti gli altri elementi della rosa ad eccezione dell’infortunato Santaniello. Il fischio d’inizio è alle ore 20:30, rispettata la versione del sito ufficiale dell’Agropoli, smentita quella granata. Nell’undici di Nastri non c’è in nipote d’arte Margiotta, mentre scende in campo l’ex Chievo Manfredini, in compagnia della colonia di ex Ebolitana con Toscano e Sekkoum. In campo anche l’ex Battipagliese e Atletico Boville, Mallardo. L’Agropoli mostrerà entrambe le divise di gioco durante la partita, una nel primo e l’altra nel secondo tempo e per questo motivo la numerazione dei panchinari è da uno ad undici e verrà comunicata nel corso della ripresa. Bella la cornice di pubblico e grande cordialità tra le due tifoserie all’esterno del “Raffaele Guariglia”. Fumogeni blu per il pubblico agropolese, nube granata nel settore ospiti dove si sono ritrovati oltre 350 tifosi della Salernitana. Prima della partita i capitani delle due squadre depositano un mazzo di fiori per onorare la memoria degli ex calciatori Josè Mautone, Vincenzo Margiotta e Antonio Di Luccio, oltre a quella dei due ultras simbolo delle due tifoserie: per i granata il ricordo è dedicato a Carmine Rinaldi per i delfini a Palluotto che vede intitolata, al pari di Margiotta, una delle due tribune dello stadio “Guariglia”. Il pubblico di Agropoli grida a squarciagola “Onoriamo il Siberiano”. I tifosi granata intonano subito il nuovo coro “Che bello è”; “Il cielo è sempre più blu” di Rino Gaetano accompagna invece l’ingresso in campo dei locali. La Salernitana scende in campo con il completino sfoggiato contro la Lazio, completamente granata con numerazione dorata. Che sia calcio d’agosto lo si nota dal ritardo con cui il direttore di gara giunge allo stadio e dalla sua divisa di gioco: non ci sono i calzettoni d’ordinanza ma dei normalissimi… fantasmini. Gara che si svolgerà, cosa ben più grave, senza gli assistenti ed il quarto uomo. Non passa nemmeno un minuto e Mallardo dalla lunga distanza tenta la sorte con un tiro da fuori che arriva lemme lemme tra le braccia di Iannarilli. Ingenuo Adeleke che si fa soffiare il pallone da Mallardo, occorre il raddoppio di Luciani per evitare guai maggiori. Al 5′ clamorosa palla gol per Topouzis: Montervino trova un corridoio perfetto e illumina il greco che a tu per tu con Manfrellotto gli calcia sui piedi. Dal corner seguente Mounard batte direttamente a rete e l’estremo agropolese pasticcia mandando il pallone sul palo e poi in rete. L’arbitro annulla però per fallo sul portiere, mentre i giocatori granata corrono ad abbracciare Mounard. Un minuto dopo granata di nuovo al tiro con Manfrellotto che devia in corner: secondo calcio d’angolo e gol del vantaggio. Dal cross di Gustavo svetta il difensore Luciani che batte sul primo palo il portiere. E’ il vantaggio per la Salernitana. La reazione dei delfini è affidata ad una sventola dai 30 metri su cui Iannarilli vola a deviare in angolo. La scena si ripete identica al 10′ con Mallardo che angola una punizione da fuori e con l’estremo granata ancora superbo. Nella seconda occasione il tuffo è nell’angolino alla destra del portiere, nella prima era su un tiro sotto la traversa. Dal corner seguente svetta Lombardi che spedisce di poco alto sulla traversa. E’ propositivo l’Agropoli con D’Attilio che sfugge sulla sinistra e serve al centro dove Adeleke anticipa di un soffio la conclusione di Mallardo. Sempre dal lato sinistro dell’attacco agropolese i principali pericoli per la Salernitana: Mallardo e Carotenuto duettano bene ma la conclusione di quest’ultimo, a metà tra il tiro ed il cross termina a lato di poco. Da un calcio di punizione battuto dalla trequarti viene fischiato un fallo di confusione in attacco, ne nasce una piccola rissa con un’ammonizione per parte: Ginestra e Carotenuto. Dal terzo corner per i delfini nuovo pericolo: Mallardo allunga di piede il cross sul primo palo, dall’altra parte arriva Toscano che in precario equilibrio conclude di poco alto sulla trasversale. Al 26′ bello scambio Gustavo-Topouzis ma il brasiliano viene chiuso al momento di dare la zampata. Convince la squadra di Galderisi sui piazzati: terzo corner e terzo pericolo con Ginestra che angola troppo e manda la palla a lato di pochissimo sul secondo palo.

image

Alla mezz’ora nuova palla gol per Topouzis che spara alto dall’area di rigore un pallone a campanile proveniente dalla respinta al primo tiro di Ginestra. L’azione era nata da uno spunto di Mounard che aveva servito il greco. Ancora Mounard sventaglia un pallone preciso per Ginestra: stop di petto a rientrare e conclusione debole e centrale che Manfrellotto controlla agevolmente. Al 38′ nuovo volo salva-risultato di Iannarilli che si tuffa alla sua destra per mandare in corner la botta di Sekkoum. Da un fallo a ridosso delle panchine di Gustavo nasce un piccolo capannello: il brasiliano rincorre Lombardi e volano diverse spinte a cui partecipa anche il direttore di gara, ma tutto si risolve in pochi secondi, con cartellino giallo a D’Attilio. Proprio Gustavo batte una punizione su cui Ginestra conclude al volo ma in offside secondo l’arbitro che non può essere in linea ma segnala il fuorigioco in assenza di assistenti. Nel secondo minuto di recupero appoggio sbagliato di Adeleke che favorisce Mallardo, bravo a conquistarsi una punizione che batte a sorpresa mentre si sta sistemando la barriera, trovando il gol, ma l’arbitro non convalida perchè occorre il suo fischio. Sulla battuta Iannarilli vola nel sette a negare il pareggio: ennesima prodezza del numero uno nell’ultima azione da gol della prima frazione. Tutti a riposo tra i cori del pubblico granata. La ripresa si apre con lo stesso undici mandato in campo da Galderisi, mentre Nastri opera numerosi cambi, resi di difficile lettura dai numeri che restano da 1 a 11. Fanno la propria comparsa due assistenti di linea. Dopo un solo minuto incursione di Carotenuto su cui Silvestri commette un lieve fallo sanzionato da Carbone con il calcio di rigore. Batte lo stesso Carotenuto che spiazza Iannarilli per il gol del pareggio agropolese. I granata si fanno segnalare al nono con un calcio piazzato dalla destra per fallo su Montervino, ma la difesa locale spazza agevolmente su Ginestra in agguato. Al 57′ entra Guazzo al posto di Topouzis e Ginestra si schiera in posizione più avanzata. Cross dalla sinistra e colpo di testa in area di Margiotta che Iannarilli blocca facile. Al 60′ fuga di Gustavo che a tu per tu col portiere lo salta, ma Canalicchio ferma il pallone con le mani fuori area: per l’arbitro è solo ammonizione. Batte Ginestra che non trova lo specchio ed alza troppo la mira. Galderisi al 64′ toglie uno spento Perpetuini per Capua ed inserisce Garino al posto di Iannarilli. Due minuti dopo fuori Gustavo e dentro Cinque, mentre Capozzoli rileva Adeleke. Al 69′ dentro anche Erba al posto di Chirieletti, con Luciani scalato a destra. I ritmi in campo si abbassano ed aumenta solo lo spettacolo sugli spalti. Bello schema da calcio piazzato per l’Agropoli, con conclusione sballata da posizione defilata. Punge poco in questa fase la squadra di Galderisi che nonostante i nomi in attacco non costruisce trame degne di nota. Prova a smentirci il team granata: Cinque lancia per Guazzo che finta lo stop e fa un velo per Ginestra che gli serve un bel pallone di ritorno, la conclusione è però fuori misura. Pericolosi i padroni di casa con un cross dalla destra che non trova nessuno all’appuntamento con la rete. Velleitario il tentativo di Margiotta che tenta il gol quasi dalla linea del fallo laterale. Buona mobilità per il nipote dello storico bomber della Salernitana anni ‘40. Nei minuti finali pallone invitante per Cinque che si coordina ma manca il contatto col pallone. Ben più pericoloso Ginestra che dopo una bella finta trova un tiro forte e angolato che dopo una deviazione termina a pochi centimetri dal palo. E’ l’ultima azione: finisce uno a uno tra Agropoli e Salernitana. Colore sugli spalti e tanti bambini che giocano ad imitare Bolt sulla pista di atletica. Ad Agropoli una discreta Salernitana, mentre i locali già pregustano il derby con la Gelbison di Vallo della Lucania e dedicano il coro “Forza Salerno” al pubblico granata.

image

AGROPOLI-SALERNITANA 1-1

AGROPOLI (4-3-1-2): Maffellotto (46′ Canalicchio); Vitale (46′ Parisi), Itri (46′ Aiello),Calabuig (46′ Pagano), Lombardi (46′ Becardino); Toscano (46′ Montano), Sekkoum, Manfredini; D’Attilio (62′ Sosero); Carotenuto, Mallardo (46′ Margiotta). All. S. Nastri. A disp.: Sollazzo, Mari, Agata,  Muro, Vaccaro.

SALERNITANA (4-2-3-1): Iannarilli (62′ Garino); Chirieletti (69′ Erba), Silvestri, Luciani, Adeleke (66′ Capozzoli); Montervino, Perpetuini (64′ Capua); Gustavo (66′ Cinque), Ginestra,  Mounard; Topouzis (57′ Guazzo). All.: G. Galderisi. A disp.: Rossi, Tuia, Lanni, Bovi,Esposito, Bottiglieri.

Arbitro: Carbone (Agropoli)

Marcatori: 7′ Luciani (S), 47′ Carotenuto rig. (A).

Ammoniti: Carotenuto, D’Attilio, Canalicchio (A). Ginestra (S).

Recupero: 3′ pt, 1′ st.    Angoli: 5-4

image

image

image

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...