LANDOLFI IL RUGGITO DEL LEONE.VUOLE IL PROFESSIONISMO DALL’AGROPOLI


 

L’Agropoli ritrova Landolfi.E’ l’uomo simbolo dell’Agropoli,porta un cognome che in città ha un valore eccelso,Landolfi.Gian Marco Landolfi interpreta fedelmente l’agopolesità, quella vera che veste in tutti i suoi comportamenti, è il simbolo della squadra come il nome Landolfi è lo simbolo della città. Questo calciatore sarebbe stato amato in ogni epoca,il calcio agropolese ha il pregio di non essere mai fallito e non ha mai cambiato nome, Cerruti e Magna stanno dando continuità alla storia e Gian Marco Landolfi ne è il simbolo riconosciuto da tutti. Lunedì riprende la preparazione dopo una operazione che gli costerà ancora un pò di esilio ma sarà pronto per il campionato. Il ragazzo scalpita,vuole giocare subito: ” Non vedo l’ora di aggregarmi al gruppo, i dirigenti hanno fatto una buonissima squadra alla quale voglio dare il mio contributo -esordisce il giocatore -lunedì riocomincio ho avuto l’ok del medico,farò un pò di preparazione a parte differnziata e poi pian pian rientrerò.Volgio prepararmi al meglio la stagione è lunga e difficile,il girone è arduo ma noi siamo un buon gruppo.” Gian Marco landolfi ha scelto ancora l’Agropoli nonostante le tantissime richieste e soprattutto la possibilità di giocare tra i professionisti ma l’Agropoli lo tenta,lui ha un cuore aperto per la sua città e sente l’appartenenza in maniera viscerale,interpreta fedelmente i valori di Agropoli e questo la gente lo sa e lo vuole bene.” Sono contento – afferma – di essere stato compreso. Il mio obiettivo ritornare il lega pro con la sqaudra della mia città che amo,sarebbe per me un traguardo importantissimo da raccontare ai miei figli. Dall’eccellenza al professionissmo con la maglia dell’Agropoli e con il mio cognome sarebbe come veder il paradiso. I dirigenti sono straordinari, il presidente Cerruti è fantastico ma tutti sono bravissimi e la mia gente quella che ci incita daglim spalti mi da un ‘emozione straordinaria,non vedo l’ora di cominciare la stagione”. Parole importanti pronunciate da questo rampollo di Agropoli saraceno nelle espressioni del viso ma anche nell’audacia. Un agropolese vero di quelli che mancano come coloro che hanno costruito la storia dell’Agropoli quella storia che Gian Marco landolfi interpreta fedelmente.
Sergio Vessicchio

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...