AGROPOLI IL COMUNE RISARCISCE I CITTADINI PER L’ACQUA DELLA DIGA


AGROPOLI. Dopo dieci anni, il Comune di Agropoli decide finalmente di “fare i conti” con le richieste di risarcimento degli utenti che hanno presentato ricorso per i danni causati dall’acqua sporca erogata nell’acquedotto dalla diga Alento. L’Amministrazione comunale, retta dal sindaco Franco Alfieri, ha proceduto con la liquidazione delle somme dovute per un importo complessivo di circa 2.500 euro. Tre gli utenti che hanno avuto ragione nel contenzioso avviato con l’ente comunale a seguito delle sentenze emesse dal tribunale di Vallo della Lucania, che condannano il Comune al pagamento del risarcimento danni per l’immissione di acqua sporca nell’acquedotto comunale e alle relative spese legali. La vicenda relativa all’erogazione dell’acqua gialla della diga Alento risale a luglio del 2002. Il caso all’epoca provocò molto clamore e suscitò la protesta di centinaia di cittadini che si rifiutavano di pagare le bollette per il servizio idrico non potendo utilizzare l’acqua per fini domestici. In tale circostanza, tra i cittadini, oltre alla costituzione di associazioni e comitati, vennero promossi convegni e dibattiti. In questi anni tra ricorsi e contro ricorsi il Comune ha pagato decine di risarcimenti danni che da 250 euro arrivano fino a mille euro.

Angela Sabetta

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...