DUE FIDANZATI AGGREDITI E DERUBATI DA UNA BANDA DI TOSSICODIPENDENTI SUL PORTO ,QUASI TUTTI DELL’AGROPOLI BENE


Era passata la mezzanotte da pochi minuti.La notte scorsa sul porto di Agropoli. Una coppietta milanese che alloggiava a in una struttura di Paestum è stata aggredita, derubata e malmenata da una banda di balordi agropolesi tutti tra i 16 e i 20 anni misti tra l’Agropoli bene e l’Agropoli terra terra sul porto di Agropoli. Secondo il racconto dei malcapitati,I giovani sostavano davanti alle scale  che dalla strada portano dietro al porto,  consumavano hascisc e coacaina e bevevano birra e vino. Mentre la coppia di fidanzati milanesi stava per raggiungere la strada attraverso le scale che da dietro al porto vanno sulla strada sono stati prima minacciati,poi picchiati e quindi derubati. I poveri ragazzi entrambi di 27 anni nel tentativo di difendersi hanno scatenato ancora di più l’aggressività degli agropolesi pieni di fumo e di cocaina. Quando sono riusciti a fuggire non hanno fatto la denuncia ai carabinieri perchè impauriti hanno raggiunto il loro alloggio, hanno fatto prontamente le valige e sono ritornati a Milano dicendo di non voler mai venire più da queste parti. Il fatto è gravissimo ed evidenzia il grado di delinquenza e micro delinquenza  che c’è ad Agropoli e in special modo il largo consumo di sostanze stupefacenti molto intenso tra gli adolescenti e gli appena maggiorenni. In special modo il porto rappresenta, di sera,una piattaforma per consumare in comitiva le droghe. In ogni modo quasi tutte le notti questa banda di tossici agropolesi agisce sul porto di Agropoli,in precedenza però mai si erano registrati episodi del genere.

Sergio Vessicchio

 

IL COMUNE SMENTISCE QUESTO E’ IL TESTO

Agropoli, turisti aggrediti al porto:

la notizia è infondata

 

Il sindaco Alfieri: «E’ ora di finirla con allarmismi ingiustificati»

 

 Così come confermato dall’Ufficio Circondariale Marittimo di Agropoli, dal Comando della Compagnia Carabinieri di Agropoli e dal Comando della Polizia Locale, non è avvenuta alcuna aggressione ai danni di due turisti originari di Milano presso il porto turistico di Agropoli, così come riportato in data odierna da alcuni organi di stampa. La notizia, pertanto, risulta infondata non essendoci riscontri né da denunce formali alle forze dell’ordine né da riscontri oggettivi e testimonianze. Anche le telecamere a circuito chiuso presenti all’interno dell’area portuale non hanno registrato tra le ore 21 e le ore 6 tra l’1 e il 2 agosto episodi di violenza o di aggressione a persone.

 

«E’ ormai davvero incredibile – afferma il sindaco di Agropoli, Franco Alfieri – come possano essere riportate, con estrema leggerezza ed irresponsabilità, notizie non vere e senza verifiche oggettive. Vorrei capire, tra l’altro, il motivo che spinge a dire cose false che mettono a repentaglio la serenità dei cittadini e l’immagine di un’intera comunità. E’ ora di finirla. Siamo indignati da questi allarmismi ingiustificati. Mi riservo di agire anche in sede giudiziaria per tutelare l’immagine della città».

 

«Agropoli – continua il primo cittadino – è una città accogliente ed ospitale, che come ogni estate è punto di riferimento per il turismo sul territorio cilentano. E’ ovvio che anche nei prossimi giorni, in cui la presenza di persone e turisti aumenterà notevolmente, saranno intensificati i controlli per garantire la sicurezza e la tranquillità, attraverso la massima collaborazione tra le forze dell’ordine e l’amministrazione comunale»

RISPOSTA ALLA SMENTITA

Purtroppo la notizia è reale e dato che quando vogliamo fare i giornalisti sappiamo farli riportiamo quanto succede. L’episodio è successo e ci dispiace che il buon sindaco Alfieri che sta lavorando bene per riportare in alto il nome di Agropoli pur di far apparire l’immagine di Agropoli seria è immacolata, come dal tronte è realmente, cerca di trasformare notizie vere in bufale. L’atteggiamento è giustificato ma non bisogna essere impulsivi . La nostra città ha una bella immagine e non si guasta con il comportamento di qualche balordo peraltro tossicodipendente e  va punito  come gli autori di quel triste episodio di aggressione se si vogliono evitare ancora spiacevoli episodi come questi. Non vogliamo che dietro la smentita del municipio ci sia purtroppo la negligenze di telecamere scadenti che di notte non funzionano alla perfezione e non  consentono di appurare la verità dei fatti. Un’avanzata che ci lascia perplessi quella del municipio. Invece ci saremmo aspettati un attacco al giornale “Il Fatto Quotidiano” che da qualche giorno butta veleno,ingiustamente, sulla città di Agropoli.

Sergio Vessicchio

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...