POSTE LA RIVOLTA DEL CILENTO CONTRO LE SOPPRESSIONI


Il Cilento dice no al piano di razionalizzazione varato da Poste italiane che prevede la soppressione di 46 Uffici postali. La vicenda è stata discussa ieri sera nel corso del consiglio intercomunale svoltosi a Gioi Cilento al quale hanno preso parte 46 sindaci cilentani.Al termine del civico consesso i primi cittadini hanno redatto un documento di protesta che sarà inviato, tra gli altri, all’amministrazione regionale di Poste Italiane, al Prefetto di Salerno, al governatore Caldoro, ai consiglieri regionali e provinciali salernitani e all’ANCE. Nel documento si chiede con forza a Poste Italiane di ritirare il provvedimento di chiusura degli uffici postali territoriali.

“Protestiamo – si legge, tra l’altro, nel documento – per la chiusura degli uffici nei piccoli Comuni, ma anche per scongiurare possibili accorpamenti perché bisogna tenere presenti le peculiarità di un territorio che non può e non deve subire ulteriore depauperamento in termini di servizi”.Il sindaco di Gioi, Andrea Salati, promotore del consiglio intercomunale, ha affermato: “E’ un Piano che va osteggiato anche perché il nostro territorio sta vivendo una spoliazione di funzioni pubbliche, vedi tribunali e servizi sanitari, senza precedenti che va ad alimentare il triste fenomeno dello spopolamento dei nostri paesi”.Intanto è stato costituito un comitato permanente di protesta che seguirà, passo dopo passo, tutte le azioni che saranno poste in essere per scongiurare la soppressione dei 46 uffici postali cilentani.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...