AGROPOLI TOPI SUL LUNGOMARE AGGREDITO UN UOMO


Il topo ci mancava,anzi i topi. Il lungomare di Agropoli sempre piu’ degradato risale alle ribalta negativamente.La vicenda è triste e paradossale.«Non è la prima volta – fanno sapere indignati i cittadini di Agropoli – che sul lungomare San Marco e nelle zone limitrofe scoppia l’allarme topi. Già durante gli anni passati i ratti invasero buona parte di queste zone». Gli abitanti puntano il dito e scoprono la probabile causa:«I giardini, sia pubblici che privati, il più delle volte non sono curati e attirano i roditori visto che sono luoghi ideali per fare la tana e trovare cibo spazzatura». Durante la notte un uomo 39enne, residente nei pressi del lungomare San Marco, si è svegliato all’improvviso dopo aver avvertito un forte dolore alla testa. Si è immediatamente portato le mani al capo ed ha scoperto che era tutto insanguinato. La paura a quel punto ha raggiunto livelli altissimi e l’uomo si è alzato dal letto in cerca di una spiegazione plausibile. La spiegazione è arrivata ben presto, quando il topo «killer» ha tentato la fuga. Molto probabilmente l’istinto e non la ragione, hanno fatto si che l’uomo uccidesse il roditore con un colpo solo. Subito dopo il 39enne agropolese si è alzato con le proprie gambe ed ha raggiunto l’ospedale civile di Agropoli dove i sanitari del 118 gli hanno medicato la ferita e fatto un’iniezione d’antitetanica. L’uomo dovrà curarsi con gli antibiotici e tenere sotto controllo la ferita.Una giornata invernale aperta con la carambola delle auto fortunatamente solo due feriti e nient’altro e chiusa con questa notizia strana e piena di dubbi. Insomma ci vogliono controlli e attenzione e negli ultimi tempi di controllo ce ne ben poco.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...