AGROPOLI CLAMOROSO L’ALISCAFO SE NE VA FONDALE BASSO E PONTILI INTRALCIANTI LA CITTA’ RIMANE SENZA COLLEGAMENTI CON CAPRI


Una  brutta figura, un flop.Questa mattina erano almeno un centinaio i turisti che volevano andare a Capri ma l’aliscafo non c’era. Il porto di Agropoli rimane senza l’aliscafo. Ieri alle ore 19.00 è giunto ad Agropoli il primo aliscafo della stagione per il giro di prova,la sorpresa però è arrivata questa mattina perchè un fonogramma della società che gestisce la tratta ha specificato che non  ci sono le condizioni di sicurezza per l’approdo nel porto di Agropoli in quanto il basso fondale collegato alla scarsa manovrabilità causata dai nuovi pontili che l’amministrazione ha messo nell’area sotto la rupe non consente un attracco con sicurezza. L’anno scorso solo con il basso fondale gli aliscafi hanno potuto attraccare. Quest’anno,grazie ai nuovi pontili posti davanti alla spiaggia marina,diminuendo lo spazio di manovra, insieme al basso fondale, hanno diminuito la possibilità di attracco. Ci auguriamo che l’amministrazione riesca a trovare un aliscafo più piccolo che comunque ci possa collegare ad Amalfi Positano e Capri perle della nostra regione,posizionate di fronte ad Agropoli e che non riusciamo ad imitare, ne a copiare in nessun modo. La capitaneria di porto ha comunicato ai turisti che solo dal porto di Acciaroli è possibile l’attracco. Ad Acciaroli il porto pur non essendo del livello di quello di Agropoli hanno riservato il posto per l’aliscafo. le proteste sono state vibratissime da parte dei turisti delusi dalla situazione che si e’ venuta a creare. Una brutta figura per la città di Agropoli che rimane clamorosamente al palo su un servizio importantissimo e che fa notare come il porto costruito per dare una dimensione eccellente alla città sia diventato solo un ricettacolo di interessi privati per lo più gestito con i piedi da parte del comune di Agropoli.

CONTROMOSSA

La brutta figura che la città di Agropoli ha fatto sulla rinuncia dell’aliscafo ha messo in allarme l’amministrazione comunale che in questo ha notevoli colpe per  e ora nel tentativo di mettere riparo alla vergogna  l’assessore al porto La Porta avrebbe ordinato di spostare i nuovi pontili galleggianti ancora più vicino alla spiaggia della marina che ricordiamo quest’anno non ha il divieto di balneazione per poter creare lo spazio e far attraccare l’aliscafo. A questo punto ci chiediamo,non si tratta dunque di fondale basso ma di spazio per il movimento dell’aliscafo?. Si passa dunque dalla padella alla brace. I pontili galleggianti messi nelle acque della marina sono devastanti sotto tutti gli aspetti e ora rischiano di minare ancora la salubrità dell’acqua e riducono lo spazio per la balneazione, non ha caso verso mezzogiorno un nutrito gruppo di bagnanti,turisti e residenti hanno improvvisato una consistente protesta per  mettere freno all’iniziativa comunale. Sono i pontili della discordia, qualcuno dice della vergogna. In quello specchio d’acqua anche i campi boa installati qualche anno fa furono oggetto di contestazione e di ampie discussioni ma dovevano essere solo ” transitori” ma a dispetto delle più ampie previsioni al posto dei campi boa sono nati addirittura due mastodontici pontili.

SOLUZIONE

La mancata attivazione del servizio di trasporto navale del Metrò del Mare è dovuta soltanto ad un problema tecnico che verrà risolto in breve tempo. Da palazzo di città  fanno infatti sapere attraverso infoagropoli che il disguido è stato determinato dal mezzo scelto dall’armatore per il servizio, un catamarano anziché un monocarena. Il catamarano infatti ha motori a propulsione a idrogetto che potrebbero però essere danneggiati da un deposito di posedonia presente nello spazio d’acqua prossimo alla banchina.I motori rischierebbero di aspirare le alghe e venire dunque danneggiati. Spetterà ora all’armatore valutare la sostituzione del mezzo. Esclusa invece la possibilità che i pontili potessero causare difficoltà di manovra per l’imbarcazione. La fascia di attracco è infatti stata lasciata libera. Questa giustificazione non trova però conferma alla capitaneria di porto che invece sull’argomento ancora non si esprime.
Annunci

6 thoughts on “AGROPOLI CLAMOROSO L’ALISCAFO SE NE VA FONDALE BASSO E PONTILI INTRALCIANTI LA CITTA’ RIMANE SENZA COLLEGAMENTI CON CAPRI

  1. attrazioni positive per il turismo sciupate da amministrazioni incompetenti dedite a favorire solo la casta ……………………. che bravi che figura con i 100 turisti che dovevano salire a bordo per un giro turistico signori turisti si parte da acciaroli meno male che un amministrazione abbia tutelato il suo look turistico.

  2. Purtroppo le decisioni sui luogli di mare,sui luogli del turismo nautico vanno prese consultando gli uomi di mare,evidente che ad Agropoli vengono prese decisione da gente che di mare ne capisce molto poco CAMPAGNUOLI…………………………

  3. Franco Alfieri ……. Di Torchiara……… Massimo la porta…… Di Torchiara…… Un consiglio…. Andate a fare almeno un corso di nuoto…… Sanno tutti che non sapete neanche nuotare……. Percio amministrate cosi il porto…….Perché non mettete quei pontili a Torchiara?? Invece di sfreghiate le bellezze. UNICHE di Agropoli……..

  4. Ad Agropoli si pensa di fare turismo facendo aprire bancarelle di schifezze alimentari, distribuite un po’ dappertutto ,parcheggi a pagamento ovunque, polizia municipale semplicemente inutile e dannosa , soprattutto costosa, per dare lavoro in cambio di voti, servizi turistici inesistenti, se non quelli riservati alla gentaglia che frequenta questo posto da sempre, traffico in tilt per la costruzione di marciapiedi doppi, con segnali di divieto non rispettati da nessuno( i vigili non ci sono mai a controllare).
    Un porto così grande, ma impostato e gestito talmente male da favorire solo noleggiatori abusivi, pescatori e interessi privati minimi.
    Dovrebbe essere un porto dedito a megayacths con servizi a terra e conseguente indotto, ma non hanno proprio le capacita’, anche politiche per realizzare una cosa simile.si accontentano di rubare un po’ qua e un po’ la.
    Ennesima puttanata che viene fuori da gente che dovrebbe stare a casa a giocare a tressette, e non a gestire soldi pubblici, a scapito di cittadini impotenti di fronte a cotanta ignoranza e mala fede evidente.
    Ladri!

  5. io credo di non venirci piu’ ad agropoli non si fa niente per rimuovere le alghe…eppure le case costano un occhio e come al solito il turista pur portando soldi viene trattato una schifezza…..spero che tutti la pensano come me e i nostri soldi li portiamo purtroppo all’estero grazie sempre ai nostri politici……..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...