Battipaglia: si lancia dal balcone di casa, muore 16enne


Drammatico suicidio a Battipaglia nel pomeriggio di oggi. Un ragazzina di sedici anni, nella centralissima via Monfalcone, si è lanciata dal balcone di casa, al secondo piano di un palazzo.

Immediatamente soccorsa dai familiari è deceduta subito dopo il ricovero in ospedale. Sulla dinamica dell’evento e sulle motivazioni del gesto indagano i Carabinieri di Battipaglia.

fonte http://www.salernonotizie.it

Ludovica ai genitori: scusatemi, vi ho deluso

PAOLO GIOVANNI PANARO Battipaglia. «Ma che fai, fermati….». Le grida lancinanti della dirimpettaia non fermano Ludovica. Che replica, poco prima di lanciarsi nel vuoto: «La mia vita finisce qui». Si lancia dal balcone della sua stanza e muore poco dopo in ospedale. Ludovica Trippa, di appena 16 anni, si è suicidata ieri pomeriggio gettandosi nel vuoto nel cortiletto della sua abitazione. Un volo di almeno dieci metri e lo schianto sul marciapiede non hanno lasciato scampo alla ragazza. La vicina che per caso è affacciata al balcon mentre Ludovica stava per lanciarsi urla sperando di fermarla. «Ludovica fermati. Non lo fare. Ludovica calmati». Determinata la ragazza si sporge sulla ringhiera e dice: «La mia vita finisce qui». Attimi di paura e commozione in via Monfalcone, nel cuore della città, dove Ludovica abitava con il padre Francesco Trippa, architetto che in passato ha anche prestato servizio per il Comune di Battipaglia, la mamma Fiorina e il fratellino di dodici anni. Una famiglia modello conosciuta e stimata da tutti piombata all’improvviso nel baratro del dolore inspiegabile. Ieri Ludovica non è andata a scuola, frequentava la terza E del Liceo Scientifico “Enrico Medi”. A pranzo il papà l’ha rimproverata come forse avrebbe fatto qualsiasi genitore esortandola a non fare assenze e null’altro proprio mentre in tutta Italia si susseguono scioperi e occupazioni nelle scuole. Ludovica, una ragazza semplice, senza grilli per la testa e con buoni profitti scolastici ha terminato il pranzo si è chiusa nella sua camera e dopo aver scritto qualche riga ai genitori ha aperto la finestra e si è lanciata nel vuoto. «Scusatemi se vi ho deluso». Scrive ai genitori la ragazza che presa da un momento di disperazione l’ha fatta finita. Un pomeriggio maledetto. Nessuno sente le grida della vicina che continua ad esortare Ludovica a fermarsi, a non gettarsi dal balcone. Papà Franco è al piano di sotto nel suo studio e mamma Fiorina in cucina a lavare le stoviglie. L’allarme scatta immediatamente. In via Molfacone verso le 14 giungono un’ambulanza e le pattuglie dei carabinieri della compagnia di Battipaglia, agli ordini del capitano Giuseppe Costa. Ludovica è riversa sul marciapiedi in una pozza di sangue con il cranio fracassato. L’urto è troppo violento. La ragazza viene soccorsa e trasportata con un’ambulanza in ospedale dove qualche minuto dopo è deceduta. In via Monfalcone cala il silenzio. Per strada si radunano tutti gli abitanti e i conoscenti della giovane, di papà Franco e mamma Fiorina. Tutti addolorati e sconcertati. Mentre i carabinieri effettuano i rilievi di routine dinanzi l’abitazione di Ludovica giungono i suoi amici e qualche compagno di scuola. Non sanno ancora che Ludovica non ce l’ha fatta. Visi addolorati e lacrime anche dinanzi il pronto soccorso dell’ospedale Santa Maria della Speranza dove nel frattempo sono giunti i compagni di scuola della ragazza. Dell’episodio è stata informata la procura della Repubblica di Salerno. Oggi i funerali.

Chiudi

Mannese: «L’insondabile silenzio dei volti giovani»

«In realtà il suicidio è certamente un atto estremo che ha radici profonde in un percorso di sofferenza – afferma Emiliana Mannese, docente di pedagogia clinica generale e sociale dell’Università degli studi di Salerno – che il soggetto ha introiettato nella sua stessa percezione di essere al mondo. E’ lo stesso valore della vita che viene ad essere modificato. La vita vissuta non è considerata più come valore massimo che il soggetto deve difendere ma viene percepita come un peso che da sofferenza, come un disvalore, come uno strumento in negativo». Qual’è il disagio che vivono questi adolescenti? «Il disagio è profondo ed è di natura affettiva e di “inadeguatezza” generale è come se il soggetto non riuscisse più a contenere le sue emozioni e la possibilità di vivere una vita “adeguata” anche alle richieste di standard sociali sempre più elevati». Come si può bloccare questo fenomeno? «In realtà è complicatissimo poter osservare l’inconscio profondo di ognuno di noi. Però potrebbe essere possibile ascoltare il non detto dei nostri ragaazzi, osservando il disagio esistenziale che potrebbero manifestare nell’interfacciarsi con il gruppo dei pari nella capacità di agire in maniera affettiva anche all’interno delle famiglie e valutare il contesto relazionale nel quale vivono». gp.pa.

Don Sparano: «Dolore acuto nessun giudizio ma pietà»

Battipaglia. «Non dobbiamo e non possiamo giudicare una tragedia così immane». Parla don Fernando Sparano, parroco della chiesa San Bartolomeo di Eboli m anche uno dei più apprezzati psicologi nel mondo ecclesiale. Mancano pochi minuti alle 18 e don Fernando si sta preparando alla celebrazione della messa vespertina. «L’opinione pubblica è sconcertata da questi fatti di cronaca e spesso si va alla ricerca dei motivi che oggi giorno purtroppo – dice don Fernando Sparano – inducono gli adolescenti ad estremi gesti. A volte basta poco per superare la flebile linea della ragione». Purtroppo, in tutta la penisola negli ultimi anni i suicidi di adolescenti, in apparenza per motivi banali, sono in vertiginoso aumento. «A volte un semplice rimprovero – continua don Fernando Sparano – può rappresentare la goccia che fa traboccare il vaso e scatenare reazioni sopite nel nostro inconscio». A Battipaglia sinora episodi del genere non si erano ancora verificati. Appena quattro giorno fa un 40enne si è sparato tentando di suicidarsi e alcuni mesi fa un’infermiera ha prima tentato di uccidere i figli e, poi, di suicidarsi e furono salvati dai vicini., gp.pa.

fonte http://www.ilmattino.it

Advertisements

27 thoughts on “Battipaglia: si lancia dal balcone di casa, muore 16enne

  1. io conoscevo ludovica poichè stavamo nello stesso corso e perchè nei corridoi della scuola la vedevo sempre…ogni tanto entrava anke in classe mia sempre solare,affettuosa cn tt…..ha deciso di porre fine alla sua vita qnd la sua vita doveva ancora cominciare……..frs adesso gurdando da lassù si renderà conto ke nn era sola ke c’erano tantixime persone ke le volevano bene e ke adesso si sentono in colpa x nn aver kapito il suo disagio e per nn esserle stati vicino….sei un altro angelo volato nel cielo…..nn ti dimentikeremo mai e dacci la forza di andare avanti……ti vogliamo bene……..

  2. ludo… sarai la nostra stella che ogni sera ci accompagnera nel buio della notte e nel vuoto incolmabile che hai lasciato tu….
    TI VOGLIAMO BENE

  3. io penso ke ludovica abbia agito x egocentrismo xke le persone ke la volevono bene c erano e anke i genitaori l amavano….probabilment era una persona fragile e nn soi puo incolparela famiglia se lei aveva la mente ke nn stava tanto bene….mi dispiace ma nn si deve compatire una persoa ke in maniera egoistica pone fine alla sua vita quand di fondo nn ci sn motivi validi ..c è ki lotta x sopRAvivere e x restare sulla terra….io nn la giustifico anke se naturalemnte la città di battipagl è scossa x il doloroso evento

    • Ci sono motivi ben più profondi dell’essere egoisti, primo non conoscevi tutti gli aspetti della vita della ragazza, frustazioni, problemi vari. Poi se uno crede che la sua vita sia misera (dopo che non decidiamo noi di nascere) continua a vivere per non dare alle persone attorno a sé il dolore del suicidio, che sarebbe l’unica risposta plausibile al peso della coscienza di sé. Quando si è inutili a sé stessi che utilità ha la vita? Non parlo di inutilità con senso di disistima, ma serena consapevolezza. Al di là dei discorsi sull’amore, sulla realizzazione di sé stessi, il trovare la propria strada e altre inutili dicerie, cosa c’è se non la vita biologica e i tristi propositi di un ego da soddisfare? Il resto sono balle. Fandonia è la morale, la cultura, il lavoro, Dio, la società, il progresso. Come si può essere buoni quando il lavoro ti impone di essere competitivo? Come si può parlare di pacifismo quando uccideremmo chi ci ruba il posteggio dell’auto? Cos’è l’amore quando l’animo è pieno di gelosia e gli istinti ci spingerebbero all’infedeltà? Nessuno si rende conto che possiamo solo vivere delle nostre nevrosi? L’uomo aspira incessantemente ad una felicità piena, ma quello che da sempre sento dire attorno a me è che bisogna sapersi accontentare, che bisogna saper accettare, che bisogna dare prova di maturità. Sono stanca di questa mediocrità. Non ho deciso io di nascere, perché devo vivere come tutti gli altri? Questo è un discorso più che legittimo. Chi non lo condivide o si inganna o cerca di ingannarsi. Ciao

  4. NOn puoi giudicare …nessuno può giudicare quanto il dolore patito da Ludovica fosse profondo e lacerante….Certamente un semplice rimprovero per qualche assenza a scuola non credo sia il vero movente ….come ha detto la Dott.ssa Sparano,questa è stata di sicuro l’ultima goccia che ha fatto traboccare il vaso,ma l’ultima di un’infinita serie…LE persone possono essere cattive,i genitori possono trascurare involontariamente le sentinelle d’allarme che una figlia che soffre gli lancia…!! Ritengo qualcosa di davvero abbominevole semplificare e ridicolizzare il suo dolore! Togliersi la vita non è uno scherzo,buttarsi dal 2 piano non è un semplice capriccio o un atto egoistico! Si Tratta di una sofferenza covata da tanto temp.. forse Ludovica non ha trovato da nessuna persona l’affetto e la sicurezza di cui aveva un disperato bisogno!Certo,questa non è una giustificazione plausibile per compiere un atto cosi estremo,ma è certamente frutto di un grido d’appello ignorato…

  5. io nn conoscevo bene ludovica…ma so che era una ragazza fantastika….avrei voluto tanto conoscerla meglio ….era sempre solare,bella,simpatika e con un sorriso in faccia…che rimarra per sempre nel mio cuore…ancora oggi soffro e nn perdonerò mai il gesto che ha fatto…era giovane..aveva solo 16 anni…sa quanti altri bei momenti in compagnia degli amici e non solo…inl giorjo del funerale anche il cielo piangeva xkè la stella p’iù bella era ritornata da lui.,…noi tutti piangevamo perche volevamo che rimanesse a farci compagnia…Ludo ti vorrò per sempre benf…ciae…mi mankerà il tuo bel sorriso e le tue storie ceh raccontavi con l a proo e proteggici dal male…

  6. Ciao…io nn conoscevo Ludovika xò sn rimasta sciokkata qnd ho saputo ke una ragazza di soli 16 anni si è suicidata dal 2 piano…sekondo me nn è stato sl xke i genitori l’avevano rimpoverata ma probabilmente era una ragazza ke soffriva gia da tempo ma nessuno se ne era akkorta xke era kosi tnt brava a nasconderlo dentro..anke io certe volte ho pesato al suicidio..xò poi ho pensato ke la vita è bella e kontinua e ke nn ci dbbm scoraggiare al primo ostacolo ke inkontriamo…la gente adulta a noi giovani ci ritiene fragili ma nn è vero anzi sekondo me siamo noi i piu forti..loro kredono ke noi siamo giovani e quindi nn abbiamo problemi ma invece si sbagliano è vero noi nn pensiamo ai debiti…o alla mankanza di soldi…ma pensiamo ad altre kose molto importanti…Ciao…posso sl dire…Ludovika 6 grande (NO XKE HA AVUTO IL KORAGGIO DI SUICIDARSI)ma xke x ql pk ke ha vissuto è stata una xsn mitika…km tt dicono

  7. ciao a tt sn Annakiara vlv dire ke sn rimasta sconvolta da qnd ho saputo qst notizia…è triste la vita ci sn momenti bui e momenti di felicita..io kredo ke prima ai tempi dei nostri genitori nn c’erano tt qst problemi xke i ragazzi lavoravano si..ma avevano tt il tempo possibile di divertirsi…oggi invece noi ragazzi siamo konsiderati sl degli scansafatik ke vengono bociati a scuola xke nn hanno voglia di studiare ma nn è kosi ci sn tnt altri problemi ke kausano la mankanza di studio e tnt altre kose…oltre al rimprovero dei genitori(ke è stata la goccia ke ha ftt trabokkare il vaso)c’era anke un’altra kosa kissa magari un ragazzo ke la faceva soffire tnt o magari qll era una skuola nn adatta a lei e ultimamente stava andando male e nn aveva il koraggio di dirlo ai suoi x paura di deluderli e quindi l’unika via di uscita a qst problemi è stato il suicidio…anke se nn ti konoscevo ti konsidero una xsn fantastika ciao…un bacio da lassu

  8. ciao LUDO, guardaci e proteggici da lassù dove sono sikuro ke finalmente hai trovato la felicità ke tanto cercavi…non ti dimentikeremo mai!!!

  9. è vero, potrebbe essere considerato egocentrismo. è vero potremmo infuriarci con lei, perchè ci sono milioni di persone che lottano per la vita, la amano bambini i con tumori i malati terminali, i parenti di persone defunte da poco, ..lei ha trattato la vita come carta straccia…
    a 16 anni però molte cose non si sanno, a 16 anni c’è il rischio di confondere la morte con altro…in piena adolescenza può succedere di pensare al suicidio come un atto di liberazione o addirittura di eroica redenzione…
    ripeto a 16 anni non si ha la minima idea del significato della parola “morte”, probabilmente lei non sapeva qual che faceva, quindi per piacere non giudicate…io non mi permetto di giudicare, perchè come è andata veramente ce lo potrebbe dire solo lei…

  10. Sono con te Pierpaolo.
    A Fede ’06:
    Sono la mamma di Luca,
    un ragazzo deceduto da quasi 3 mesi…
    …penso spesso al suicidio e basterebbe un attimo credimi,
    ma sono ancora quì.
    Sono ancora quì perche’ pensare al dolore che provocherei
    al papa’ e al fratrello di Luca (ma anche a tutta l’altra parte della mia famiglia)
    sarebbe come far male Luca….
    Solo che io ho 46 anni e non 16!!!!
    Non so quanti anni hai,
    ma ti prego………NON GIUDICARE.
    Pensa allo sconforto di Ludo in quel momento.
    E pensa ai suoi genitori soprattutto,
    la morte di un figlio e’ terrificante….
    ma quella di un figlio che decide di togliersi la vita…
    ti distrugge di sensi di colpa.
    Sicuramente capirai di piu’ quando avrai dei figli anche tu.
    Un abbraccio.
    La mamma di Luca

  11. cara ludovica vorrei tanto sapere cosa passa nella testa delle ragazze 16 come te. mi dispiace tanto per te, cke non potrai piu sentire la gioia e l’amore di cki ti vuol bene.avrei tanto voluto conoscerti. un caloroso abbraccio lo porgo ai tuoi genitori e spero cke DIO li dia la forza di andare avanti ciao

  12. non ti conoscevo ludovica ma sappi k nelle parole delle persone k mi raccontano di te mi viene 1dispiacere dentro il cuore . . . spero ludovica k adesso nel cielo stai afianco alla mia amica debora e k nn ti senti sola accanto a lei….riposate in pace piccoli angeli

  13. ludovica…bhè su di lei ci sarebbe da scrivere 1 libro…ho letto nei commenti precedenti ke molte persone si sn permesse di giudicare…io quando sento e leggo queste cose mi viene rabbia dentro perchè forse una persona nn può kapire cosa ci si prova…ludovica era una delle mie migliori amike e lo continuerà ad essere…anche se nn è qui…rimarrà x sempre nella mente e nel cuore di tutti…ogni giorno la penso e ogni volta verso lacrime x lei…non doveva fare un gesto simile…ora siamo tutti 1 pò + soli qui… Ludo Ti Amerò x sempre…come mi dicevi sempre tu…6 1 angelo stupendo bellissimo meraviglioso…ciao riccia…

  14. ludo sn 5 mesi ke tu nn6 piu qui kn noi…nn ti giudico…nn mi permettero mai xkè solo tu sai il vero motivo di qst gesto…ma una cosa la dico…ci conosciamo da circa5 anni..avevamo un bel rapporto…poi un giorno x una litigata è finito tutto…poki saluti e qualke volta ci incntravamo al bar…poke parole erano rimaste tra noi..nn abbiamo avuto tempo x kiarire la situazione…e nn ti nego ke mi sento in colpa…pero voglio ricordare tutte le bell serate e i bei pomeriggi passati kn te..le ore interminabili a ridere e skerzare…RICCIA MI MANKI DAVVERO TANTISSIMO…TADB…GUARDACI LA LASSU E POTEGGICI…TVTTTTTB TESO

  15. …… E dopo circa un Anno chi si ricorda più di Ludovica????
    Spero siano in tanti coloro i quali la hanno ancora nel cuore!!!!
    mCKEY mOUSE

  16. ciao ludo…. tra meno di un mese saranno gia trascorsi 3 anni in cui tu nn sei piu qui cn noi…. in tt qst anni nn ho mai letto neanche un articolo di internet riferito a ludo, forse xke il dolore era troppo forte e ora invece, in seguito a diversi eventi, ho imparato a conviverci..io mi riferisco a tutti i commenti letti, nn so cm la gente faccia a parlare di egocentrismo o di capriccio in una situazione situazione del genere…. lei era una persona fantastica, sempre pronta ad aiutare tutti, a dare parole di conforto nei momenti di disperazione altrui, e…. proprio io sono la testimonianza del fatto ke, una settimana prima di questo brutto episodio, stavamo parlando ed io ero persa in lacrime in quanto il mio fidanzato mi aveva lasciato e gli confessai il fatto di nn riuscire piu in niente, ke stavo male… ecc… e le sue parole furono “LA VITA è BELLA E POI HAI SOLO 17 ANNI SAI QUANTE PERSONE INCONTRERAI, STAI TRANQUILLA E VIVITI LA VITA”.. ecco queste secondo voi sono parole di una persona egocentrica???? no!!!
    io gli voglio un bene dell anima e nn passa giorno ke nn inizi cn il buongiorno e termini cn la buonanotte a lei…. inoltre, nn so se mai la mamma leggerà mai queste parole, ma vorrei dirle ke è una donna fantastica e ke deve continuare a lottare, riuscendo a prendere la sua forza dal piccolo fratellino di ludo…. ti voglio bene ludo

  17. Mi Dispiace tantissimo 😦 Vi giuro che mi stavo buttando adesso dal balcone… però dopo aver letto questo articolo… sto avendo una paura tremenda dentro di me…e non riesco più a farlo!

  18. non avevo mai letto tutti questi commenti…. col tempo mi sono rassegnata all idea che qui, sulla terra, non viveva bene… e che adesso finalmente è felice!!ti amo riccia ❤

  19. Sono passati più di quattro anni, ti penso sempre e lo farò per sempre.
    Lo so, mi sembra inutile scriverti qui, dove non leggerai mai, mi sembra inutile davvero.
    Però non riesco a farne a meno.
    Non smetterò mai di pensarti, avrei millemila cose da dirti, ma ti scrivo solo questo,
    ti considererò sempre la mia sorella maggiore, quella che non ho mai avuto, quella che avrei sempre voluto avere..
    Mi manchi Ludo..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...