SALERNO SI OPERA IL NASO E VA IN COMA


SALERNO — Si opera al naso in un centro medico privato ed entra in coma. Francesco Santoro, 51 anni di Salerno, è da mercoledì sera ricoverato nel reparto di rianimazione dell´ospedale «S. Giovanni di Dio e Ruggi d´Aragona», dove è stato trasportato d´urgenza dopo aver subito un intervento di settoplastica presso il centro privato «Day Plastic Surgery Giustiniani» di piazza della Concordia a Salerno. La vicenda è raccontata dalla bravissima collega Angela Cappetta sul Corriere del Mezzogiorno, un caso che ha dei precedenti nel salernitano, questa estate a luglio ad Agropoli per un uomo di Palinuro nel Cilento, ed è più frequente di quanto si pensi. Cosa sia successo in sala operatoria rimane un mistero su cui sta cercando di far luce la magistratura salernitana che ieri ha aperto un fascicolo di inchiesta. Per il momento nel registro degli indagati non compare ancora nessun nome. Sulle indagini vige il più stretto riserbo, mentre le condizioni dell´uomo appaiono molto critiche. Difficile ricostruirne anche la dinamica, perché tanti sono i punti da chiarire. Due giorni fa, il salernitano è stato ricoverato presso il centro privato di piazza della Concordia, diretto da Bruno Giustiniani, per essere sottoposto ad una settoplastica, intervento effettuato per raddrizzare il setto nasale. L´uomo è entrato in sala operatoria l´altrieri pomeriggio. E qui, per la magistratura, si presenta il primo nodo da sciogliere. Poco chiaro se Santoro sia entrato in coma durante l´intervento chirurgico – effettuato in anestesia generale – oppure se subito dopo l´operazione, una volta svegliatosi dall´anestesia, abbia cominciato ad accusare forti dolori che ne hanno imposto il trasporto in ospedale. Nel primo caso, potrebbe essersi trattato anche di una intolleranza all´anestetico, nel secondo, invece, il coma sarebbe stato provocato dall´insorgere di complicanze post-operatorie. L´unico dato certo è che quando l´uomo è arrivato al pronto soccorso dell´ospedale salernitano era già privo di coscienza, con uno pneumotorace bilaterale (aria all´interno della cavità pleurica), e il suo battito cardiaco molto debole. Ricoverato presso la sala rianimazione, solo ieri Santoro ha dato qualche segno di lieve miglioramento. I medici continuano a tenerlo intubato e a monitorarne il battito cardiaco e la frequenza respiratoria. Probabilmente l´uomo potrebbe essere sottoposto ad un secondo intervento chirurgico dopo essere stato operato ai turbinati. Oltre alla procura sul caso sta indagando la sezione volanti della questura di Salerno.

fonte http://www.positanonews.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...